Prima pensa a te stessa

In quasessualità olisticasi tutte le donne c’è il condizionamento a fare qualcosa per gli altri. Non è difficile incontrare donne che passano l’intera esistenza a prendersi cura dei bisogni di chi sta loro intorno: partners, genitori, mariti, figli, colleghi, amici.

E’ invece abbastanza difficile trovarlo negli uomini, come se fosse una caratteristica della natura femminile.

Più in particolare, per le relazioni intime, fin da giovanissime le donne affinano l’arte di attrarre gli uomini, poi apprendono come soddisfare i loro bisogni e finiscono con il prendersi cura di loro.

Questa attitudine, che potrebbe considerarsi come la più grande virtù, viene veramente da dentro?

“Stai facendo questo perchè ti corrisponde o per ricevere attenzione, essere riconosciuta e accettata?“

Questo essere amorosa per gli altri, in particolare con il partner, questo darsi con il corpo per il suo piacere, questo focus su ciò che sta fuori prima che su ciò che sta dentro, è una forza o una debolezza?

A ogni donna che vuole intraprendere il cammino tantrico, che vuole riscoprirsi come  Dea, all’ inizio viene chiesto di mettere SE’ STESSA al centro: a essere aperta per sè stessa, a conoscere, sentire e fare l’ esperienza che il suo amore e la sua energia vitale sono per il suo benessere prima che di chiunque altro.

“L’ apertura del cuore e l’ energia amorosa, il piacere del corpo e l’ energia sessuale sono MIEI e nutrono il mio corpo, la mia vita e il mio spirito.”

Dire un gran SI’  a sè stesse e al flusso dell’ energia vitale dona salute e istintiva saggezza. Con queste basi la donna può rivolgersi all’ esterno, capace di comunicare quello per cui è disponibile e agire con discernimento.

Lo spazio più sano e sicuro per una donna è il cuore; la sua energia sessuale è il suo strumento per connettersi al Divino. Le donne che usano la loro energia sessuale per manipolare gli uomini, per attrarre attenzioni o che passano la loro vita al “servizio” di qualcuno stanno agendo da uno spazio diverso, di ferita (o bisogno) interiore. Càpita in questo agire che la donna finisca per chiudersi e credere che sia pericoloso aprirsi. La conseguenza di chiudere il cuore o chiudersi al sesso è togliere energia a sè stesse e causare sofferenza al corpo e allo spirito.

Quando una donna capisce la differenza tra essere aperta per sè stessa e usare la sua apertura di cuore o la sua energia sessuale per ottenere attenzioni, E’  LIBERATA!, e guadagna il rispetto degli uomini intorno a lei.

Per le donne l’ invito è così di ritrovare il proprio corpo e imparare ad avere fiducia in sè stesse in una nuova maniera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat