La maggior parte delle persone non conosce il proprio corpo

La maggior parte delle persone non conosce il proprio corpo. Lo vede solo come un contenitore, uno strumento da tenere in salute, in forma e possibilmente bello. Come qualcosa che ci appartiene, che abbiamo, piuttosto che qualcosa che siamo.

Per tutta una serie di condizionamenti inconsci, la maggior parte delle persone è anche insoddisfatta del proprio corpo. Lo vorrebbe magari più alto o più magro, più pallido o più abbronzato, o muscoloso, secondo le tradizioni o le mode del momento.

Questa situazione di non conoscersi e di non piacersi nel corpo comporta una alienazione tra il piano mentale e il piano fisico, una limitazione delle sensazioni – percezioni ed espressioni corporee, che alla fine equivale a dire non conoscere sé stessi, non sentirsi pienamente.

Siccome il corpo fisico, a parte qualche trucco, un bel vestito, il parrucchiere ecc. non si può cambiare più di tanto, quello che si ottiene è di rassegnarsi, forse con questo distanziandoci ancora di più dalla nostra manifestazione fisica terrena che è il corpo.

La vera, piena accettazione passa attraverso la presa di coscienza e l’ascolto, dal di dentro. Il corpo ci può fare sentire bene, dare piacere e migliorare la nostra vita. Questa per qualcuno può essere una sfida impegnativa, ma senza dubbio la più integrante.

Ogni pensiero, ogni emozione, ogni aspetto del carattere vengono rappresentati nel corpo, e dunque noi siamo anche il nostro corpo. Accettarlo non è questione di accettare la nostra carrozzeria, ma accettare più profondamente noi stessi.

Bio Tantra e i laboratori esperienziali del percorso Sessualità Olistica vanno incontro a questo fondamentale bisogno di integrazione con il nostro corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat